fbpx

La Nuova strategia Digitale di Bottega Veneta

La Nuova strategia Digitale di Bottega Veneta

La Nuova strategia Digitale di Bottega Veneta
Condividi

“Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?”. Avete presente la frase di Nanni Moretti in Ecce Bombo in cui era indeciso se accettare l’invito ad una festa?

Il nuovo percorso di comunicazione digitale di Bottega Veneta mi fa tornare in mente quella scena.
A gennaio il brand, guidato dalle idee nuovo direttore creativo Daniel Lee, ha chiuso i propri profili Social decidendo di comunicare solo attraverso fan e influencer legati al brand.

Fonte: MF Fashion
Fonte: Vanity Fair

Ora, due mesi dopo, lancia il suo Magazine digitale accessibile su https://www.issuedbybottega.com

Il movente è perfetto e condivisibile. A me personalmente piace molto l’idea di non accettare passivamente l’omogenizzazione, la semplificazione e spesso l’abbrutimento legato alla comunicazione Social.

Quello che mi chiedo però è se, decidere di non partecipare alla festa, o di parteciparci mettendosi un po’ in disparte poi generi davvero impatto e valore posizionante per il brand.

Normalmente i risultati di questo tipo di attività si verificano nel lungo periodo ma la mia sensazione, guardando ad esempio come sono variati gli accessi al sito del brand negli ultimi 2 mesi, è che il marchio stia perdendo in quanto a visibilità online che certo, non è tutto, ma è tanto.

Fonte dati Similarweb.com (dati stimati)
Vincenzo Dell'Olio

Nei 18 anni di esperienza nel settore della comunicazione e del markerting digitale ha ideato e seguito le strategie di grandi Aziende come Volkswagen, Audi, Parmalat, Bonomelli, Riza Editore, Rai Trade, Monster, Sony Mobile, Vans, Red Bull. Dal 2015 è docente per il corso di Social Media e Web TV all’Università IULM di Milano. Dal 2021 insegna Digital Content Strategy allo IED. Scrive tanto, analizza, non è immune dalle serie tv e il sabato pomeriggio si dedica alla sociologia.