fbpx

[Tool] I migliori strumenti per gestire (e misurare) i Social Media.

Periodicamente ci interroghiamo su quali siano i migliori tool per gestire attraverso un’unica interfaccia i propri canali Social. Ecco una lista presentata da G2 Crowd attraverso un’immediata classifica dei migliori.
Costi ed esigenze specifiche vi aiuteranno a scegliere il più giusto per voi. Intanto questi i migliori suddivisi per 4 categorie:

 

  • I più famosi: sono i tool più utilizzati e diffusi (quindi è ipotizzabile abbiano buone risorse per lavorare al potenziamento delle loro soluzioni) e al tempo stesso con il livello di soddisfazione più alto degli utenti.
    Hootsuite, Sprout Social, e TweetDeck
  • I più performanti: sono quelli con un alto livello di soddisfazione degli utilizzatori ma con un più limitato potere di diffusione sul mercato.
    AgoraPulse, Sendible, Viralheat, Buffer, and GroSocial
  • I Contendenti: in questo momento è uno, il tool Facebook per la gestione delle pagine che, seppur con un tasso moderato di gradimento degli utenti, ha un elevata diffusione e grandi risorse per lo sviluppo.
    Facebook Pages Manager
  • La Nicchia: raccoglie quei prodotto con un basso numero di recensioni legate a una diffusione sul mercato abbastanza limitata.
    Spredfast, Lithium, Shoutlet, Gremln, e Sprinklr
Strumenti Gestione Social
Personalmente e dopo diversi tentativi (Hootsuite, Sprout, Facebook Pages) attualmente sto collaudando con diversi team di lavoro Agora Pulse e credo che tra le funzionalità di gestione e quelle di produzione di reportistica sia effettivamente tra i migliori come testimonia l’analisi.
Restano però alcuni dettagli da affinare soprattutto nella parte di analisi e nello sviluppo di un’app Mobile visto che ormai gestione e moderazione non conoscono orari d’ufficio e capita di dover intervenire anche mentre si è in metro, spiaggia o in palestra a smaltire tossine ;-).

 

Se volete approfondire tutti gli altri tool studiate un pò le recesioni di su questa pagina. C’è l’imbarazzo della scelta e ce n’è per tutti i gusti e le dimensioni aziendali.
Se avete un’esperienza specifica, positiva o negativa, raccontatemela commentando questo post.

[Tool] Le mappe mentali (o mind map) per organizzare le idee. 4 app gratuite.

Da un po’ le raffiche di lavoro fatte di brief, analisi, idee creative e presentazioni mi hanno tenuto lontano da questo blog ma è proprio nei periodi di maggiore concentrazione di attività che si cercano e trovano le soluzioni migliori per fare bene il proprio lavoro ottimizzando i tempi.
Da qualche anno, e ora più che mai, utilizzo uno strumento che ritengo utilissimo sia in fase di raccolta delle informazioni dei clienti sia, successivamente, per ordinare le elaborazioni e la proposta di attività in modo schematico e in un solo colpo d’occhio all’interno di un quadro visivo comprensibile e immediato. Sono le Mappe Mentali o mind map.
Ecco un esempio:
mind map marketing responsability
Si tratta di schemi molto simili a quelli che i più ordinati di noi tirano giù sul proprio quaderno degli appunti, semplicemente sono digitali, si possono integrare nel corso della riunione o della fase creativa senza uscire fuori dallo spazio che un quaderno ci consente e, sopratutto, in pochi click possono fare il salto di qualità trasformandosi da semplice nota di lavoro a una presentazione vera e propria.
Sono diversi gli strumenti online che consentono di realizzare mappe mentali anche in modalità cloud iniziando un file da Tablet ad esempio e terminandolo su Pc o viceversa.
Eccone alcuni ma vi invito a cercare online perchè ce ne sono davvero tantissimi:
MindMeister: forse uno dei più famosi e anche semplici da usare con la versione sia desktop che mobile e la possibilità di creare presentazioni partendo da porzioni della mappa (vedi video).

 
SpiderScribe: strumento online che consente di importare nella mappa file di diverso tipo (excel, video, documenti, etc..)
mind map
iMindMap: in versione gratuita per chi ama lavorare su Smartphone e Tablet iOS o Android. E’ a pagamento (con canone annuale da circa 20 euro) se si vuole esportare la mappa e accedere ad altre funzioni. Vale la pena segnalarla perchè è l’app creata dall’inventore delle Mappe Mentali: Tony Buzan. Curata anche graficamente.
App Mind Map
SimpleMind+: Se si bada all’essenziale questa è l’app giusta, sia in versione gratuita che a pagamento (con € 5,99 ve la cavate e avete un tool discreto). Qui c’è anche la versione per Android.
Siate ordinati, siate Folli!
A presto

Tool, apps, viral per il Natale 2.0 (..10)

Quanti auguri quest’anno si sono ispirati alle innovazioni del mondo 2.0 e digitale in generale? Me lo sono chiesto guardando il viral sulla natività digitale che sta impazzando da una settimana sul web (oltre 2 milioni di visite dal 13 Dicembre ad oggi).

Il 2010 è l’anno più “Social Media” della storia. Se è vero che uno dei termometri del successo di una dinamica sociale è la sua penetrazione all’interno degli usi e costumi di una cultura ecco dunque una rapida rassegna di quanto e come il fenomeno si vesta “per le feste” natalizie.

Decembeard, un tool per creare delle cartoline di natale utilizzando l’Augmented Reality.

Jib Jab, i creatori di Elf Yourself rinnovano ogni anno la loro formula vincente, fatevi un giro per vedere foto e video personalizzabili con le vostre belle faccine.

I Christmas template di WordPress in tema natale offrono una serie di idee grafiche per chi, già che racconta online qualunque cosa, quasi quasi ci farebbe pure il presepe o l’albero di natale. E naturalmente non dimenticate di personalizzare anche le icone con il cappello di Babbo Natale altrimenti finisce che qualcuno inizierà a sospettare che lo spirito del Natale non è entrato nei vostri pc.

freewordpressthemes_9
Ad ogni modo Coffee Grinder, l’agenzia in cui lavoro, ha provato ad aggirare tool e applicazioni varie passando a tutti i suoi contatti i contatti diretti del “boss” che per l’occasione si è fatto “social” pure lui. Provate a chiedergli l’amicizia, ditegli che vi ho suggerito io, magari vi accetta!

Tutto Twitter: news, dati e case history

Ringraziando il team R&D di Connexia per la gentile concessione condivido una serie di bigini twitter utili ad avere un quadro di questo social network. Prossimamente parleremo anche più approfonditamente dei tassi di crescita e del suo utilizzo Business.


DATI
Tutti i numeri di Twitter
Le infografiche spopolano e anche Twitter non poteva mancare all’appello. L’aggiornamento dati è di aprile e in qualche frame si mettono in evidenza i dati di utilizzo del social famoso per i “cinguettii”. 106 milioni gli utilizzatori, 55 milioni di tweet per giorno, gli Usa il Paese con maggior diffusione dove le donne rappresentano il 55% degli utilizzatori. I dati più interessanti, mostrano come il 75% dei tweet provengano da mobile, per lo più tra le 10 e le 11 di sera, orario di maggior diffusione di informazioni, 640 al secondo.
Vai all’articolo originale

Cosmic 140
21 marzo 2006: i fondatori di Twitter hanno postato il loro primo contenuto.
Da quel giorno intorno a questo social network si è creato un universo di persone che lo studio giapponese Information Architect ha deciso di rappresentare graficamente attraverso Cosmic140, una mappa che riporta tutti i dati dei 140 maggiori influencer su Twitter. Al centro i fondatori e tutto intorno i top 140 individuati secondo il numero di followers, la rilevanza dei post e rappresentati graficamente attraverso username e il testo del primo post.
Vai all’articolo originale

HOW TO
Approcciare a Twitter
Molti di voi hanno già dimestichezza con Twitter, altri sono invece dei novellini, per chiunque si chieda come può fare a rendere il suo profilo su Twitter famoso come di quello di Lady Gaga o dell’onnipresente Ashton Kutcher, alcuni strategici consigli: una foto accattivante, grafica personalizzata, tweet sempre aggiornati e 160 caratteri per presentarsi.
Vai all’articolo originale

TOOL
Un sms per il tuo profilo
Twitty è un nuovo ed interessante strumento realizzato da IPnext che consente di inviare tweet comodamente dal proprio cellulare, ponendo, come di consueto, un limite di 140 caratteri e richiedendo il pagamento di un normale SMS secondo quella che è la tariffa imposta dal proprio operatore e senza applicare alcun costo aggiuntivo. Questo strumento permetterà anche agli utenti italiani di aggiornare il proprio profilo via Sms, non ancora di leggere avere un report di aggiornamenti, gli sviluppatori sono al lavoro.
Vai all’articolo originale

ATTUALITA’
Il Dalai Lama ai cinesi. Via Twitter
Non potendo fisicamente mettere piede in Cina, il Dalai Lama l’ha fatto per via informatica. Attreverso Twitter, il leader tibetano si è scambiato messaggi sintetici con i cinesi. I suoi interlocutori sono una élite: le poche decine di migliaia di utenti Internet che, scavalcando la censura, impiegano Twitter. Lo stesso Wang Lixiong, organizzatore della chat, è un cinese anomalo, che contesta le politiche di
Pechino e che ha raccolto le domande. 1.253 persone hanno posto 289 quesiti e quasi in 13 mila hanno selezionato i migliori.
Vai all’articolo originale

BETA
Twitter per i brand
E’ nato da poche settimane Business Center, account pro di Twitter per i brand. Tra le opzioni di questa tipologia la possibilità di personalizzare la pagina dello stream, associare utenze multiple in grado di postare, la possibilità di ricevere messaggi diretti da chiunque. Per ora Twitter Business Center è in fase di beta testing ed è stato abilitato soltanto per un numero limitato di utenti. L’espansione del social network sembra puntare al business e all’informazione professionale.
Vai all’articolo originale

CASE HISTORY
Road trip 2.0 per Ford
Ford e Università del Michigan si sono unite nel progetto American Journey 2.0, un viaggio “coast to coast” in macchina dal Michigan alla Silicon Valley. Protagoniste due Ford Fiesta edizione 2011, equipaggiate al meglio per l’interazione social che dal 22 maggio sono guidate da due ingegneri Ford e da studenti dell’Ateneo. Il viaggio, documentato in modo automatico su Twitter servirà anche a testare alcune applicazioni studiate per i guidatori di tutto il mondo, come Virtual Road Rally, che attraverso sistemi di geolocalizzazione permette di creare un “percorso virtuale” costituito da luoghi di interesse e di condividerlo in tempo reale con altri. E a tweetare, a quanto pare, è anche la Fiesta stessa: a seconda delle condizioni di guida, lancerà un aggiornamento di stato in modo auto-matico!
Vai all’articolo originale

Lufthansa sfrutta l’attualità
Lufthansa si è strategicamente gettata nel polverone mediatico legato allo smarrimento del prototipo di iPhone 4G da parte dell’Ingegnere Apple Gray Powell, il legame? la passione di quest’ultimo per la birra tedesca. Pensando a quanto potesse passarsela male Lufthansa ha usato Twitter per mettersi in contatto con lui e offrirgli, con tanto di lettera dedicata, un viaggio in business a Monaco per testare il nuovo business Lounge della compagnia gustando una bella birra tedesca. Risultato 1600 tweet in 6 ore e oltre 30.000 visite. Obiettivo marketing: dare la visibilità al nuovo lounge.
Vai all’articolo orginale