27 bisogni del consumatore a cui rispondere attraverso il Content Marketing

27 bisogni del consumatore a cui rispondere attraverso il Content Marketing

27 bisogni del consumatore a cui rispondere attraverso il Content Marketing
Condividi

Quando costruiamo contenuti, a prescindere che questi abbiano come destinazione social network, portali online, caselle mail, app, cartellonista, tv, radio o qualunque altro canale di contatto con l’utente è fondamentale non concentrarsi solo sulle caratteristiche del prodotto ma ricordare i (tanti) bisogni del consumatore a cui un prodotto in maniera più o meno diretta può rispondere.

Per riassumere questi bisogni e tenerli sempre presenti e sotto gli occhi ho provato ad elencarli in un’infografica pronta all’uso. Eccola…

Piramide bisogni consumatore - infografica - content marketing

Sono tanti i modelli di riferimento circa i bisogni umani. Il più famoso è certamente quello rappresentato dalla piramide di Maslow che elenca: bisogni fisici, di sicurezza, sociali, di stima e autorealizzazione.

Partendo da alcune di queste necessità e focalizzandosi sul mondo della comunicazione e del marketing il modello rappresentato dall’infografica qui sopra si muove tenendo in considerazione alcuni dei micro-moment concettualizzati da Google. Alla base ci sono bisogni funzionali legati ad esigenze molto pratiche di Informazione e benefici varia natura, si passa poi a bisogni più emozionali collegati a intrattenimento, benessere e sentimenti di varia natura. Più ambiziosi i piani alti della piramide in cui le necessità di autorealizzazione e riconoscimento sociale precedono la più ampia ed ascetica necessità di auto-trascendenza intesa come aspirazione ad un bene comune o più spirituale.

Su quali leve oggi agiscono i contenuti con cui pubblicizzate i vostri prodotti, servizi e idee?

Vincenzo Dell'Olio

Nei 15 anni di esperienza nel settore della comunicazione e del markerting digitale ha ideato e seguito le strategie di grandi Aziende come Volkswagen, Audi, Parmalat, Bonomelli, Riza Editore, Rai Trade, Monster, Sony Mobile, Vans, Red Bull. Dal 2015 è docente per il corso di Social Media e Web TV all’Università IULM di Milano. Scrive tanto, non è immune dalle serie tv e il sabato pomeriggio si dedica alla sociologia.

Lascia un commento